Image by Krzysztof Hepner

Home > Rete Assist > Rete Assist e la Rete Europea

RETE ASSIST e la Rete Europea

L'idea di un segretariato europeo, come rete europea di reti nazionali di operatori formati/autorizzati che lavorano sul campo per fornire supporto sulla povertà energetica, è stata concepita all'interno del progetto suite. Nell’ambito del progetto, infatti, oltre alle interviste con gli stakeholder nazionali per definire i piani di scalabilità nei 5 paesi coinvolti, è stata condotta un’analisi mirata ad una visione globale sulla povertà energetica a livello europeo che prevedeva il dialogo continuo con altri attori europei, comprese le reti di operatori già attivi nel campo della povertà energetica (quali ad esempio la rete Rappel in Francia), la rete degli Energy Scanners nelle Fiandre in Belgio, il programma Warm&well per il Gloucestershire o il programma Strompsparcheck in Germania gestito dalla Caritas.

 

Questo dialogo è stato strategico per approfondire l'esistenza di reti di operatori a supporto delle persone in povertà energetica e per comprendere il meccanismo (finanziario e operativo) delle reti esistenti. Questo dialogo, oltre a fornire spunti utili per i piani di consolidamento e scalabilità della rete di consulenti energetici nei 5 paesi suite, ha portato anche alla consapevolezza di molte sinergie e somiglianze tra le reti nazionali esistenti. Da questi dialoghi bilaterali è nata l'idea di una più solida collaborazione tra le reti nazionali degli operatori della povertà energetica per condividere bisogni, soluzioni e idee e che è stata individuata nella creazione di un segretariato europeo che unisca le reti nazionali.

 

La possibile struttura del segretariato europeo e delle Reti Nazionali è la seguente:

Rete Europea_edited_edited_edited.jpg

SEGRETARIATO EUROPEO un comitato direttivo formato dai gestori delle reti nazionali che funge da ombrello europeo;

RETE NAZIONALE per paese, che si occuperà di creare reti, sostenere la realizzazione di azioni, monitorare, valutare l'impatto e stabilire un collegamento con le politiche nazionali;

Operatori NAZIONALI (simili ai TED) responsabili di tutte le azioni sviluppate sul campo;


Il Segretariato Europeo rappresenterebbe un'opportunità per tutte le Reti Nazionali di lavorare insieme a livello peer-to-peer imparando l'una dall'altra come gestire al meglio la rete e come valorizzare gli operatori. Permetterebbe di ottimizzare le sinergie derivanti dalle attività svolte a livello nazionale, mettere in atto attività di networking e peer to peer learning, identificare le migliori pratiche per replicare e rafforzare l'importanza politica delle singole reti nazionali (la bozza del documento programmatico europeo e la raccomandazione basata sui dati raccolti a livello locale è un'altra azione strategica per responsabilizzare gli agenti nazionali).

Più nello specifico, alcuni dei vantaggi sono:

Imparare reciprocamente nuovi aspetti della gestione della rete, dalla diffusione per il suo continuo ampliamento ai servizi offerti agli operatori, agli strumenti di comunicazione interna, per arrivare alla gestione degli aspetti finanziari;

Organizzare attività congiunte per i gestori delle reti e, ove possibile (considerando le diversità geografiche e linguistiche), organizzare attività congiunte per gli operatori sul campo;

Condividere e discutere i contesti nazionali sulla base del lavoro degli operatori membri delle reti nazionali, arrivando a formulare anche raccomandazioni politiche;

Collaborare insieme a futuri progetti europei sulla povertà energetica.