< Back

EUSEW '22. Rete Assist parteciperà alla sessione sulla povertà energetica estiva

28 lug 2022

Dal 19 al 23 settembre prossimo si terrà il cosiddetto “EUSEW Extended program”, una serie di eventi online che precederanno la Settimana Europea dell’Energia Sostenbile (EUSEW).


Tra gli eventi previsti per promuovere e diffondere le questioni relative alle energie rinnovabili e alla transizione energetica dell'Europa vi sarà la sessione politica "Summer energy poverty: thinking outside of the box".

L’evento è frutto della volontà comune di cinque progetti e iniziative europee: i progetti H2020 COOLtoRISE, EMPOWERMED e WELLbased, la ONG RETE ASSIST e la rete no-profit Women Engage for a Common Future (WECF).


Nell'UE, oltre 100 milioni di persone, per lo più vulnerabili, non possono mantenere le loro case confortevolmente fresche in estate. Per questo motivo è necessario prestare maggiore attenzione al problema della povertà energetica estiva (SEP), sia nella ricerca che nel processo decisionale.

Il cambiamento climatico è una realtà che influisce negativamente sulle vite di tutto il mondo. Le ondate di calore e gli eventi meteorologici estremi che le accompagnano stanno colpendo in modo sproporzionato le fasce più vulnerabili della popolazione.


La nostra sessione politica si concentra sulla povertà energetica estiva e sull'azione energetica locale a livello di comunità. Verranno presentati approcci innovativi per rafforzare la cultura energetica, attraverso approcci partecipativi basati sullo sviluppo delle capacità e sul cambiamento dei comportamenti, per promuovere l'adattamento della popolazione ai cambiamenti di temperatura. Le raccomandazioni e le soluzioni politiche proposte si concentrano sulla povertà energetica estiva e sul suo impatto sulla vita delle persone. La sessione introduce le principali sfide della povertà energetica estiva per offrire una panoramica delle politiche e delle misure adeguate nel breve e nel lungo periodo.


La sessione affronta principalmente le sfide delle persone più vulnerabili, con redditi più bassi, persone di colore, disoccupati, anziani, donne e persone con problemi di salute. I principali destinatari sono i decisori politici, gli esperti e i giovani.


E' suddivisa in tre parti:

· La povertà energetica estiva come conseguenza del cambiamento climatico: Gli esperti politici spiegano come questo fenomeno colpisca in modo sproporzionato le persone vulnerabili.

· Presentazione di soluzioni e raccomandazioni da parte di esperti politici e progetti UE.

· Parte interattiva e domande e risposte.


Il dibattito sulla politica energetica ruota attorno all'obiettivo di decarbonizzazione dell'UE nel contesto del Green Deal. Questa sessione promuove le modalità con cui le società possono raggiungere la neutralità climatica entro il 2050 senza lasciare indietro nessuno. Promuove inoltre una prospettiva sostenibile di trasmissione delle conoscenze ai cittadini (compresi i giovani) attraverso il cambiamento dei comportamenti per l'adattamento ai cambiamenti di temperatura.


La povertà energetica estiva ha bisogno di maggiore attenzione rispetto a quella che riceve attualmente nella ricerca, nei media e nei circoli decisionali/politici, concentrandosi su una varietà di soluzioni oltre all'aria condizionata. Questa sessione mette in relazione diversi attori in una discussione su ciò che deve essere fatto per affrontare la povertà energetica estiva. Le raccomandazioni politiche saranno applicabili a livello locale e regionale (impegno della comunità, interventi urbani, sviluppo di politiche locali); a livello nazionale (strategie nazionali sulla povertà energetica, strategie di ristrutturazione a lungo termine); e a livello europeo (decarbonizzazione, elettrificazione, mercati energetici, giustizia energetica, etica).